speciale coronavirus

Afam

AFAM - Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica

04 Giu 2020

2020 06 03 DM didattica AFAMIl Ministro dell'Università e della Ricerca prof. Gaetano Manfredi ha emanato un Decreto che disciplina lo svolgimento delle attività didattiche durante l'Emergenza Covid - 19.

Va ricordato che il DPCM del 26 aprile ha dato la possibilità di svolgere gli esami in presenza, pur confermando la sospensione delle attività didattiche in presenza fino al 14 giugno, disposte con il DPCM del 16 maggio.

18 Mag 2020

2020 05 18 AFAM comunicato congiunto assemblea 15 maggioStraordinaria partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori delle istituzioni dell'alta formazione artistica e musicale, di tutta l'Italia, all'assemblea nazionale unitaria in modalità telematica che si è svolta nel pomeriggio del 15 maggio.

12 Mag 2020

2020 05 12 fondi AFAM non stataliIl MUR ha predisposto l'assegnazione di un acconto sui fondi 2020 per far fronte alle esigenze degli istituti in via di statizzazione. Il Ministero, pur avendo la disponibilità dei fondi ha dovuto attendere quasi cinque mesi per l'assegnazione; la principale causa è il lento riassetto del Ministero. LA Fed. Uil Scuola Rua non si è mai persa d'animo e ha continuato costantemente la sua azione in tutti i luoghi deputati, per far si che venissero superate le difficoltà. In attesa della nomina del Direttore Generale per l'AFAM, il Ministro ha provveduto con proprio Decreto a delegare un Dirigente per adempiere a tutti gli atti necessari per erogare i fondi. A breve gli istituti potranno predisporre il regolare pagamento degli stipendi a tutto il personale.

02 Mag 2020

2020 05 02 AFAM formazione culturaleIn questo periodo il dibattito nel paese è monopolizzato dall'emergenza COVID- 19 ed è concentrato su quali siano le strategie migliori per superare la crisi sanitaria, economica e sociale.

Il sistema Culturale e quello della Formazione del paese rischierà di soccombere e di pagare un prezzo altissimo, più di ogni altro settore, considerando che negli ultimi anni abbiamo assistito ad un graduale disinvestimento accompagnato dalla mancanza di una visione strategica sulla politica culturale.

28 Apr 2020

2020 04 28 AFAM DPCM conferma sospensione attività didattica in presenzaLe nuove disposizioni contenute nel DPCM firmato il 26 aprile che sarà in vigore dal 4 al 17 maggio, sostanzialmente vanno a confermare quelle adottate nei DPCM precedenti.

Per le istituzioni AFAM è stata introdotta la possibilità (che non è obbligatoria) di poter sostenere gli esami in presenza a condizione che ogni singola amministrazione si adoperi nel rispetto di tutte le misure contenute nel Documento Tecnico elaborato dall'INAIL sulla rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-2 nei luoghi di lavoro.

27 Apr 2020

2020 04 27 richiesta interventi settore AFAMEgregio Presidente, Egregi Senatori,
l'emergenza che stiamo vivendo ci ha imposto un ripensamento dei comportamenti sociali e un radicale cambiamento nello svolgere le attività, sia lavorative che formative. Il settore della Formazione Artistica è parte integrante dell'identità del nostro patrimonio culturale nazionale ed anche nei momenti di crisi la funzione educativa della cultura gioca un ruolo importante nella formazione della società futura, a beneficio delle nuove generazioni. In considerazione di ciò, siamo fermamente convinti che le istituzioni AFAM debbano essere oggetto di una particolare attenzione da parte del Governo, per evitare che la crisi economica le trascini in una spirale regressiva dalla quale sarà difficile risalire.

07 Apr 2020

2020 04 07 richiesta interventi AFAM atto senato 1766L'emergenza che stiamo vivendo ci ha imposto un ripensamento dei comportamenti sociali e un radicale cambiamento nello svolgere le attività, sia lavorative che formative. Il settore della Formazione Artistica è parte integrante dell'identità del nostro patrimonio culturale nazionale ed anche nei momenti di crisi la funzione educativa della cultura gioca un ruolo importante nella formazione della società futura, a beneficio delle nuove generazioni. In considerazione di ciò, siamo fermamente convinti che le istituzioni AFAM debbano essere oggetto di una particolare attenzione da parte del Governo, per evitare che la crisi economica le trascini in una spirale regressiva dalla quale sarà difficile risalire.

23 Mar 2020

2020 03 23 ABA BO decreto 1349 prot 1669 A34 11 marzo 2020In considerazione delle misure predisposte da codesta Accademia in materia di lavoro agile per il personale in servizio, alla luce delle ulteriori disposizioni governative subentrate dopo la data del 11 marzo (data di emissione del decreto in oggetto) quali la direttiva 2/2020 della Funzione Pubblica e il D.L. "Cura Italia" del 18/2020 art. 87, volte a garantire uniformità e coerenza di comportamenti del datore di lavoro per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro, si rileva l'urgenza dell'adozione delle misure indicate dalle norme sopra richiamate. Si ricorda inoltre che già in data 12 marzo 2020, la scrivente O.S., a seguito della dichiarazione dello stato di Pandemia da Covid 19, aveva invitato a tutte le amministrazioni a riconoscere il lavoro agile ai dipendenti come attività ordinaria.

14 Mar 2020

2020 03 14 AFAM comunicato unitario emergenza coronavirusCon l'emanazione del DPCM dell'11 marzo 2020 che dispone la sospensione di numerose attività e ulteriori restrizioni alla circolazione delle persone al fine di evitare la diffusione del COVID -19, tutte le pubbliche amministrazioni assicurano lo svolgimento in via ordinaria delle prestazioni lavorative in forma agile del proprio personale dipendente e sono tenute ad individuare le attività indifferibili da rendere in presenza.

14 Mar 2020

2020 03 14 AFAM conservatorio perosi osservazioniFacendo seguito alla vostra nota prot. N. 0001981 del 13/03/2020, la scrivente O.S. rileva che si debba richiamare quale fonte normativa di riferimento alle misure da voi indicate il DPCM 8 marzo 2020 nonché l'ultima direttiva 2/2020.

Infatti se è pur vero che il DPCM 11 marzo da voi richiamato detta al punto 6 dell'art. 1 "Fermo restando quanto disposto dall'articolo 1, comma 1, lettera e), del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell'8 marzo 2020 e fatte salve le attività strettamente funzionali alla gestione dell'emergenza, le pubbliche amministrazioni, assicurano lo svolgimento in via ordinaria delle prestazioni lavorative in forma agile del proprio personale dipendente, anche in deroga agli accordi individuali e agli obblighi informativi di cui agli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81 e individuano le attività indifferibili da rendere in presenza", va evidenziato come il decreto preveda essenzialmente nuove misure restrittive per attività commerciali al dettaglio, servizi di ristorazione, attività inerenti i servizi alla persona. Si evidenzia inoltre che l'art. 2, comma 2 del citato DPCM (Disposizioni finali) esplicita chiaramente che "dalla data di efficacia delle disposizioni del presente decreto cessano di produrre effetti, ove incompatibili con le disposizioni del presente decreto, le misure di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 8 marzo 2020 e del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 9 marzo 2020."

10 Mar 2020

2020 03 10 AFAM coronavirusCon le nuove diposizioni emanate nel DPCM in vigore dal 10 marzo 2020, la Uil chiede con forza al Governo di intervenire con un provvedimento indirizzato a limitare la possibilità di ulteriori contagi e che venga valutata la possibilità di disporre l'apertura degli uffici al pubblico limitandola temporaneamente ai servizi essenziali.

In attesa di ulteriori provvedimenti, si invitano le amministrazioni a limitare la presenza in istituto dei lavoratori attraverso il ricorso allo Smart Working per lo svolgimento della prestazione lavorativa, nonché ricorrendo alle moderne tecnologie informatiche che consentono collegamenti telefonici visivi per favorire il dialogo ed i necessari scambi di idee tra i responsabili e tutti i lavoratori di ciascuna istituzione".

Top of Page