06.4870125 06.87459039   nazionale@uilrua.it   Contattaci
Giu 24

contrattoAbbiamo sempre detto
che il 2015 deve essere l'anno dei contratti:
ora ci sono tutte le condizioni

La Consulta ha deciso: il blocco dei contratti nel pubblico impiego è illegittimo. Il Governo, dunque, ci convochi immediatamente per rinnovare i contratti di tutti i lavoratori del settore: non c'è da aspettare un minuto in più degli anni che abbiamo già perso.

Nov 28

corte costituzionaleBlocco contratti: ricorreremo alla Corte Costituzionale
Intollerabile discriminazione, Governo cattivo padrone

"Nell'ambito dell'iniziativa legale contro il blocco dei contratti e a sostegno del primo ricorso annunciato con il comunicato del 21 novembre scorso, UIL FPL, UILPA e UIL RUA hanno depositato presso il Tribunale di Roma apposito ricorso affinché lo stesso Tribunale sollevi dinanzi alla Corte Costituzionale la questione di legittimità costituzionale in ordine alle disposizioni di cui al decreto legge n. 78/2010, convertito con legge n. 122/2010." Ad annunciarlo sono Giovanni Torluccio, Benedetto Attili ed Alberto Civica, rispettivamente Segretari Generali di Uil Fpl, Uilpa e Uil Rua.

Nov 28

corte costituzionaleBlocco contratti: ricorreremo alla Corte Costituzionale
Intollerabile discriminazione, Governo cattivo padrone

"Nell'ambito dell'iniziativa legale contro il blocco dei contratti e a sostegno del primo ricorso annunciato con il comunicato del 21 novembre scorso, UIL FPL, UILPA e UIL RUA hanno depositato presso il Tribunale di Roma apposito ricorso affinché lo stesso Tribunale sollevi dinanzi alla Corte Costituzionale la questione di legittimità costituzionale in ordine alle disposizioni di cui al decreto legge n. 78/2010, convertito con legge n. 122/2010." Ad annunciarlo sono Giovanni Torluccio, Benedetto Attili ed Alberto Civica, rispettivamente Segretari Generali di Uil Fpl, Uilpa e Uil Rua.

Nov 28

corte costituzionaleBlocco contratti: ricorreremo alla Corte Costituzionale
Intollerabile discriminazione, Governo cattivo padrone

"Nell'ambito dell'iniziativa legale contro il blocco dei contratti e a sostegno del primo ricorso annunciato con il comunicato del 21 novembre scorso, UIL FPL, UILPA e UIL RUA hanno depositato presso il Tribunale di Roma apposito ricorso affinché lo stesso Tribunale sollevi dinanzi alla Corte Costituzionale la questione di legittimità costituzionale in ordine alle disposizioni di cui al decreto legge n. 78/2010, convertito con legge n. 122/2010." Ad annunciarlo sono Giovanni Torluccio, Benedetto Attili ed Alberto Civica, rispettivamente Segretari Generali di Uil Fpl, Uilpa e Uil Rua.

univaq sedeCari Colleghi,
nella seduta di contrattazione di ieri 29 ottobre abbiamo siglato, insieme a quella del fondo EP, la ripartizione del fondo accessorio per il personale di categoria B-C-D i cui contenuti vi avevamo già anticipati e che prevede, accanto alla liquidazione delle principali indennità maturate nel corso dell'anno (a titolo di responsabilità, turnazione pomeridiana, rischio-guida, ecc.) anche un acconto sul cd. premio di produttività individuale e collettivo, pari al residuo del 2013, che dovrebbe aggirarsi tra i 400 e i 500 euro a persona da corrispondere con la busta paga di novembre.

Set 18

sacconiQuesta è la ricetta della (contro) riforma del lavoro del Governo Renzi.

E' un sostanziale ritorno al "padrone delle ferriere" quello che si propone il Governo con la sua riforma del mercato del lavoro.

Non è un caso che ad esultare di più siano esponenti politici come Sacconi che dell'abolizione dell'art.18 ne hanno fatto una ragione di vita. Come Ministro del Lavoro Sacconi, non riuscì ad infliggere il colpo mortale allo Statuto dei Lavoratori ed ora non gli pare vero che ci riesca il Governo di Renzi.

Set 18

sacconiQuesta è la ricetta della (contro) riforma del lavoro del Governo Renzi.

E' un sostanziale ritorno al "padrone delle ferriere" quello che si propone il Governo con la sua riforma del mercato del lavoro.

Non è un caso che ad esultare di più siano esponenti politici come Sacconi che dell'abolizione dell'art.18 ne hanno fatto una ragione di vita. Come Ministro del Lavoro Sacconi, non riuscì ad infliggere il colpo mortale allo Statuto dei Lavoratori ed ora non gli pare vero che ci riesca il Governo di Renzi.

Top of Page