06.4870125 06.87459039   nazionale@uilrua.it   Contattaci
Gen 29

cra firenzeEgregio Commissario, Gentili dottoresse,
scusandoci per l'incertezza nell'attribuzione di incarichi e individuazione dei "brand" chiediamo informazioni ulteriori circa quanto comunicato in data 27 gennaio dal referente individuato per ex INEA, d.ssa Proietti, che riportiamo in nota [1].

Gen 13

ineaEgregio Commissario,

nel porgerle i nostri migliori auguri per il prestigioso incarico appena ricevuto, le chiediamo di programmare al più presto un incontro con le OO.SS., finalizzato ad avviare positivamente il confronto sulle molte criticità del nuovo ente nato dalla fusione di CRA e INEA.

In particolare vorremmo poter apportare eventuali correttivi alle determinazioni assunte dal CdA con forse eccessiva fretta in merito alle assunzioni effettuate dall'ex CRA in data 29 dicembre u.s., in particolare per la parte relativa alla destinazione dei nuovi assunti, e vorremmo poterne discutere tempestivamente prima che essi prendano servizio in sedi scelte con criteri che per la terza volta sono differenti pur insistendo sulle stesse graduatorie e che non salvaguardano né le professionalità acquisite nel tempo dal personale precario né l'attività delle strutture interessate.

Dic 13

ineaIl 4 dicembre 2014 le OO.SS hanno incontrato i rappresentanti del MiPAAF per discutere delle implicazioni del prossimo accorpamento INEA-CRA. Per il MiPAAF erano presenti: Giuseppe Castiglione, Sottosegretario con delega alla ricerca, Ferdinando Ferrara, Capo di gabinetto, Angelo Zucchi, Capo segreteria del Ministro, Luca Bianchi, Capo del Dipartimento delle Politiche competitive, della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca, Giuseppe Blasi, Capo del Dipartimento delle Politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale, Giuseppe Cacopardi, Direttore Generale dello sviluppo rurale.
Le rappresentanze del MIPAAF hanno tenuto a sottolineare che, anche a seguito di quanto rappresentato dalle OO.SS. al tavolo tecnico del 5 novembre u.s. (dove si è discusso principalmente della questione articolo 32 della legge di stabilità 2015 e della situazione del precariato INEA in scadenza a dicembre 2014), il MiPAAF è intervenuto a favore di quanto era stato proposto dalle stesse.
Infatti, all'interno del nuovo testo della legge di stabilità 2015 in discussione al Senato, Art.2 cc. 127, 128 e 129, si precisa che il nuovo Ente sarà denominato Consiglio (e non più Agenzia) ed afferirà al comparto della ricerca. La riduzione delle "spese di personale" del 10% è stata tramutata in riduzione delle "spese correnti".

Nov 18

ineaStimato Presidente,
Le scriviamo in merito alla "incorporazione" dell'Istituto Nazionale di Economia Agraria (INEA) nel Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura (CRA) prevista all'articolo 32 comma 1 della Legge di stabilità 2015 per la creazione dell'Agenzia unica per la ricerca, la sperimentazione in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria. Chiediamo la Sua attenzione e un Suo intervento, non tanto per evitare tale accorpamento, che comunque comporterà la chiusura di un ente di ricerca fondato nel 1928 e presieduto da personalità di prestigio come Manlio Rossi Doria e Giuseppe Medici, ma soprattutto per cambiare corso ad una lunga serie di interventi politici e di scelte istituzionali, che hanno fortemente ferito la dignità e la natura dell'ente e della ricerca economico-agraria, di cui l'articolo di legge suddetto è solo l'ultimo atto.

Nov 14

ineaSi è svolta ieri, 5 novembre 2014, presso il MIPAAF la prima seduta del tavolo di confronto in merito all'art. 32 della Legge di Stabilità proposta dal Governo.
Erano presenti le delegazioni sindacali di CRA e INEA, il Sottosegretario con delega alla ricerca Castiglione, il Capo di gabinetto del Ministro Ferrara, il Capo segreteria del Ministro Zucchi e il Capo del Dipartimento delle Politiche competitive, della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca Bianchi.
L'On. Castiglione prendendo la parola ha precisato che il MIPAAF con la definizione dell'art. 32 punta a rafforzare il sistema della ricerca pubblica in agricoltura e che questo percorso rappresenta una opportunità ed una potenzialità per tutto il sistema agro-alimentare nazionale. Il "tavolo permanente di condivisione" ha lo scopo iniziale di migliorare il testo dell'art. 32 ed il successivo percorso della fase transitoria e di attuazione.

Ott 31

ineaIeri, 29 ottobre, a Roma presso il MIPAAF in Via XX Settembre si è svolto il Presidio convocato dalle organizzazioni di categoria di CGIL, CISL e UIL.
A dimostrazione che MOLTO FORTI E SENTITE sono le preoccupazioni rispetto alle previsioni dell'art.32 della Legge di Stabilità proposta dal Governo, il presidio ha registrato fin dalle prime ore un'ampia partecipazione di oltre 250 lavoratrici e lavoratori del CRA e INEA provenienti da tutte le strutture dell'area romana, nonché da molte altre strutture fuori regione.
Alle ore 12.00 una delegazione di 4 rappresentanti per sigla è stata ricevuta presso la Sala Nitti dal Capo segreteria del Ministro Angelo ZUCCHI e dal Capo del Dipartimento delle Politiche competitive, della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca Luca BIANCHI.

Ott 17

ineaLe previsioni sul futuro degli Enti di Ricerca da Lei vigilati contenute nel Disegno di Legge di Stabilità 2015 lasciano intendere la volontà di procedere ad una radicale riorganizzazione dell'intero assetto del settore ricerca vigilato dal Suo dicastero. Riorganizzazione che in effetti si traduce in un ulteriore taglio di risorse e quindi di posti di lavoro nella Ricerca.

Non crediamo sia questo il modo per valorizzare la Ricerca Pubblica del Paese in un settore così importante quale quello Agroalimentare.

Apr 15

ineaEgregi Presidenti,

la spending review ripropone un ennesimo riordino degli Enti vigilati dal MIPAAF e la conferma di una sequenza continua di interventi estremamente negativi sotto diversi profili.

In particolare preoccupano le varie proposte normative di cui siamo a conoscenza che prevedono la costituzione di un nuovo ente di ricerca con la soppressione di CRA e INEA, Enti Pubblici di Ricerca che hanno specifiche e distinte mission, funzioni ed organizzazioni.

Top of Page