neoeletta segreteria nazionale

04 Set 2013

AFAM: Incontro Sindacati FLC CGIL - CISL Università - UIL RUA con il MIUR

cgilcisluil largeCOMUNICATO UNITARIO CGIL CISL UIL

Oggi 4 settembre 2013 , presso la sede del MIUR di Viale Trastevere, si é tenuto l'incontro richiesto dai Sindacati FLC CGIL, CISL UNIVERSITA', UIL RUA al Capo di Gabinetto.

I temi affrontati sono stati: l'emergenza precari AFAM, gli istituti musicali pareggiati, i provvedimenti in fieri per reclutamento e mobilità personale e, infine, l'elezione CNAM.

Ascoltate le nostre richieste, ovvero in primis la riproposizione della risoluzione del problema precariato, l'Amministrazione ci ha aggiornato nel merito delle questioni da noi poste.

La dott.ssa Montesarchio ha confermato che il Ministro Carrozza intende dare risposte immediate all'Afam, settore da Lei ritenuto strategico per la cultura del nostro Paese, tanto che sta prevedendo, fra l’altro, un finanziamento ad hoc destinato a borse di studio per studenti. In tal senso è in via di definizione un decreto legge che in questo momento contiene:
- la trasformazione delle graduatorie ex legge 143/04 in graduatorie nazionali ad esaurimento utili ai contratti anche a tempo indeterminato;
- la stabilizzazione del personale EP con modalità in via di definizione;
- la proroga di tutti i contratti a tempo determinato in essere nel corrente anno accademico su posti in organico stipulati con i docenti inseriti nelle graduatorie di istituto.

L'Amministrazione ci ha quindi informati che, per ragioni tecniche (per noi solo politiche) poste dal MEF, la proposta sindacale di prevedere una graduatoria nazionale per i docenti delle graduatorie d'istituto (vedi la modalità ex L.143) dalla quale attingere anche per i contratti a tempo indeterminato non è stata accolta in questo provvedimento. CGIL, CISL e UIL, coadiuvati dai precari presenti, hanno espresso chiaramente e fermamente la richiesta di ritornare sui propri passi e reinserire l'articolo così come già proposto, in considerazione dell'assoluta eccezionalità dell'AFAM rispetto agli altri comparti del settore pubblico, in quanto i precari AFAM non hanno mai potuto partecipare a procedure di valutazione per incarichi a tempo indeterminato solo e proprio per la storica e disastrosa mancanza dei relativi regolamenti.

È ovvio che la nostra "reazione", in coerenza con le richieste emendative unitarie, a suo tempo presentate al DDL 4822, qualora non venga accettata in sede ministeriale si rivolgerà alle Commissioni Parlamentari non appena il provvedimento arriverà alle Camere per la conversione in legge. Noi non intendiamo modificare e rinunciare alla nostra richiesta, che mira a tutelare tutti i precari, senza nessuna distinzione. Invece, per quanto riguarda la questione EX IMP i lavori del tavolo tecnico costituito nel mese di luglio u.s., proseguiranno la prossima settimana per elaborare una proposta organica che però ha bisogno di tempi lunghi. Nell'immediato il Ministro conferma l'impegno a destinare risorse per "tamponare" l'emergenza e consentire agli istituti l'avvio del nuovo anno accademico.

È stata confermata la determinazione a lavorare in tempi certi per il completamento della normativa in itinere quali il DPR su reclutamento e programmazione del sistema, nuove regole per elezione CNAM e Atto di Indirizzo per mobilità del personale. Verso la conclusione dell'incontro è arrivato il Ministro Carrozza, accompagnato dal Capo Gabinetto dott. Fiorentino. Il Ministro, dopo un breve saluto, ha ascoltato le richieste sindacali e ha confermato il proprio impegno e la volontà di adottare tutte le risoluzioni utili a valorizzare e rilanciare il sistema dell'AFAM. Roma, 4 settembre 2013 Le Segreterie Nazionali FLC CGIL – CISL UNIVERSITA’ – UIL RUA

stampa

Torna in alto

UIL servizi

Top of Page