06.4870125 06.87459039   nazionale@uilrua.it   Contattaci
15 Dic 2014

Cantiere AFAM: documento sull’Afam elaborato dal MIUR.

ministero istruzione

Il Cantiere AFAM (vedi), voluto dal Ministro Giannini, ha elaborato un documento dedicato al settore dell'Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica e contiene obiettivi per il rilancio delle Accademie, ISIA, Conservatori e Istituti Musicali. Un elaborato ambizioso. Le organizzazioni Sindacali sono invitate il 17 dicembre per un confronto su questo documento.

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
#Afam ecco il documento di lavoro elaborato dal @MiurSocial

“Siamo sempre stati il Paese dell’arte, della musica, del design, della bellezza. Con una lunga tradizione che parte dalle botteghe del Medioevo e del Rinascimento e arriva alle accademie e ai conservatori dei giorni nostri. Secondo stime recenti, la cultura varrebbe addirittura cinque punti percentuali di PIL, e il suo indotto, fatto di turismo, nuove imprese, localizzazioni straniere e investimenti esteri, frutterebbe 68 miliardi di euro ogni anno, offrendo lavoro ad oltre 1 milione e mezzo di persone. Eppure non investiamo abbastanza”.

Si apre così il documento sull’Afam, Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, elaborato dal MIUR nell’ambito del cantiere di lavoro dedicato a questo settore. Un documento che da oggi viene reso pubblico e contiene obiettivi per il rilancio di Accademie, Conservatori, istituti. Dopo 15 anni di tentativi che non hanno mai realizzato una riforma compiuta, si vuole offrire all’Italia una visione di cosa la formazione di artisti, musicisti e designer potrebbe essere davvero. Il materiale pubblicato oggi contiene diverse domande aperte che costituiranno il punto di partenza per una fase di ascolto ampia a attenta con i mondi di riferimento e gli esperti di settore. Tale esercizio porterà alla redazione di un documento di policy - all’inizio del 2015 - con le proposte di riforma per l’alta formazione artistica, musicale e coreutica.   Scarica l'allegato

Torna in alto

UIL servizi

Top of Page