06.4870125 06.87459039   nazionale@uilrua.it   Contattaci
Ago 07
CPO

2019 07 08 direttiva 2 2019E' stata emanata la direttiva 2/2019, a firma del Ministro per la Pubblica Amministrazione e il Sottosegretario Delegato alle Pari Opportunità, che definisce le linee di indirizzo volte ad orientare le amministrazioni pubbliche in materia di promozione della parità e delle pari opportunità e fornire indirizzi operativi per l'applicazione dei tempi vita lavoro. Le indicazioni fornite sono destinate, in particolare, ai vertici delle amministrazioni, ai titolari degli uffici responsabili delle politiche di gestione delle risorse umane e dell'organizzazione del lavoro, ai dirigenti, a chiunque abbia una responsabilità organizzativa e di gestione del personale, ai CUG e agli Organismi indipendenti di valutazione. Nella Sezione I delle linee di indirizzo, al paragrafo 1 si richiamano i vari interventi, sia sul piano del diritto comunitario sia su quello italiano, promulgati per riconoscere e assicurare la parità di genere e pari opportunità nelle PP.AA.

Direttiva Presidente Consiglio dei Ministri n.3/2017 recante indirizzi per l'attuazione dei commi 1 e 2 dell'art. 14, L. 124/2015 e linee guida contenti regole inerenti l'organizzazione del lavoro finalizzate a promuovere la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro dei dipendenti.

Giu 12
CPO

2017 06 12 direttiva 3 2017In questi ultimi anni le istituzioni hanno mostrato primi cenni di attenzione per quel percorso graduale di sviluppo di buone politiche di conciliazione dei tempi di lavoro e famiglia e tutela alla genitorialità.

Con la direttiva n. 3/2017, la Presidenza del Consiglio dei Ministri fornisce chiari indirizzi per l'attuazione delle disposizioni previste dall'art. 14, L. 124/2015, da avviare attraverso una fase di sperimentazione. Le linee guida, parte integrante della direttiva, contengono indicazioni inerenti l'organizzazione del lavoro e la gestione del personale per promuovere la conciliazione dei tempi di vita-lavoro e dei dipendenti e favorire il benessere organizzativo e assicurare l'esercizio dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori.

Ott 01

logo CIVITTra gli ultimi interventi normativi della precedente legislatura, la L. 190/2012 ha introdotto nuove disposizioni per la prevenzione e la repressione del fenomeno della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione che suggeriscono alcune riflessioni. In premessa va detto che la legge deriva da una imposizione comunitaria, e che a valle di analisi incrociate sulle nazioni aderenti, in base ad alcuni parametri l'Italia è risultata avere uno dei tassi di corruzione più alti.

Ott 01

logo CIVITTra gli ultimi interventi normativi della precedente legislatura, la L. 190/2012 ha introdotto nuove disposizioni per la prevenzione e la repressione del fenomeno della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione che suggeriscono alcune riflessioni. In premessa va detto che la legge deriva da una imposizione comunitaria, e che a valle di analisi incrociate sulle nazioni aderenti, in base ad alcuni parametri l'Italia è risultata avere uno dei tassi di corruzione più alti.

Ott 01

logo CIVITTra gli ultimi interventi normativi della precedente legislatura, la L. 190/2012 ha introdotto nuove disposizioni per la prevenzione e la repressione del fenomeno della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione che suggeriscono alcune riflessioni. In premessa va detto che la legge deriva da una imposizione comunitaria, e che a valle di analisi incrociate sulle nazioni aderenti, in base ad alcuni parametri l'Italia è risultata avere uno dei tassi di corruzione più alti.

UIL servizi

Top of Page