06.487012506.87459039  nazionale@uilrua.it   Contattaci
Giu 07  

Tavolo tecnico sulla Ricerca

Fed U S RA seguito degli accordi presi nell'incontro del 28 maggio u.s., si è svolta ieri la prima riunione presso il MIUR riguardante i temi specifici del settore Ricerca.
CGIL, CISL e UIL hanno illustrato i contenuti del documento unitario inviato nei giorni scorsi, e fatto precisazioni di dettaglio su alcuni singoli argomenti.
È stato chiesto innanzitutto di affrontare la discussione partendo dall'assunto che la ricerca pubblica non deve essere considerata spesa ma un investimento per il futuro del Paese e, conseguentemente, di sollecitare il Governo ad attuare politiche nazionali di ricerca a supporto di obiettivi strategici, potenziare le politiche di innovazione tecnologica, favorire sinergie tra ricerca pubblica e industria.
E' stata anche richiamata la necessità di prevedere finanziamenti specifici per il settore e garantire l'incremento dei fondi ordinari in occasione del rinnovo contrattuale per non far gravare l'incremento di spesa sui bilanci degli enti, già in evidente sofferenza.
Nel ribadire con forza la specificità dei nostri settori abbiamo evidenziato alcune criticità e proposte.


Riequilibrio tra Legge e Contratto: proseguire il percorso di delegificazione già avviato e recuperare molte delle materie non richiamate nell'ultimo CCNL, per restituire un ruolo più incisivo alla contrattazione collettiva.
Precariato: necessità assoluta di completare i processi di stabilizzazione avviati, garantire il completo utilizzo delle risorse disponibili e, ove necessario, prevedere risorse aggiuntive. E' stata inoltre sottolineata l'urgenza di prevedere, conclusa la fase di stabilizzazione, procedure di reclutamento a regime che, attraverso l'immediata assunzione a tempo indeterminato, evitino il proliferare di nuovo precariato.
Sviluppo Professionale: Introdurre ulteriori strumenti di sviluppo professionale che riconosca la professionalità acquisita. Confermare l'unicità del profilo di Ricercatore e del profilo di Tecnologo articolati su tre livelli economici stabilita dall'ex art. 15 CCNL 02/05. Prevedere nuove figure professionali. Garantire l'esigibilità delle progressioni economiche e di livello per il personale T.A..
Personale di Ricerca afferente ad altre amministrazioni dello stato: esigenza di confermare definitivamente l'applicazione del CCNL al personale di ricerca afferente ad altre amministrazioni dello stato (settori Ricerca INAIL, ANPAL, ISIN, Istituto Vallauri).
Trattamento accessorio: Superamento dei tetti di spesa, garantire l'incremento dei fondi a fronte di nuove assunzioni, assicurare l'autonomia negoziale, anche riferita all'individuazione delle risorse aggiuntive.
Formazione Professionale: E' di fondamentale importanza, soprattutto per i nostri settori, prevedere interventi tesi a recuperare le risorse necessarie all'aggiornamento ed alla formazione del personale.
Il MIUR, ha precisato che terrà in considerazione l'impegno preso dal Presidente del Consiglio, ed ha confermato la propria disponibilità a valutare le proposte delle OO.SS. per il loro inserimento nell'atto di indirizzo. Ha precisato, tuttavia, che le valutazioni sulle eventuali risorse aggiuntive potranno essere fatte solo in sede di legge di stabilità. Riguardo i fondi accessori il MIUR proporrà a breve un intervento legislativo volto a garantirne una maggiore flessibilità.
Le parti hanno concordato di proseguire l'approfondimento programmando nelle prossime settimane tre incontri secondo il seguente ordine: il primo sull'atto di indirizzo, il secondo riguardante la situazione del processo di stabilizzazione e monitoraggio delle criticità, il terzo sulla flessibilità dei fondi per il trattamento accessorio.

Federazione UIL SCUOLA RUA
"Ricerca Università Afam"
Il Commissario straordinario
Antonio Foccillo

stampa

Altro in questa categoria: « Incontro al MIUR
Torna in alto
Top of Page