06.487012506.87459039  nazionale@uilrua.it   Contattaci
Feb 23  
CNR

CNR: Comunicato al personale

CNR SEDERoma, 23 febbraio 2018
INCONTRO DEL 16-2-2018
PRESIDENTE CNR-OO.SS
Venerdì 16 febbraio u.s. ha avuto luogo, la prevista e attesa riunione tra il CNR, rappresentato dal Presidente Prof. Massimo Inguscio e le OO.SS - FLC-CGIL, FIR-CISL - UIL-RUA ed ANPRI, per la consegna dei tabulati con i dati del personale interessato alle stabilizzazioni, secondo quanto previsto dall'art. 20 (comma 1 e comma 2) e nelle indicazioni e criteri forniti dalla apposita circolare della Funzione Pubblica.
Il Presidente ha colto l'occasione per fornire alle delegazioni presenti una dettagliata disamina del quadro complessivo nel quale l'Ente si trova ad operare per il raggiungimento degli obiettivi e per rispettare gli impegni assunti, in coerenza con quanto stabilito dalle norme.


Il Presidente si è soffermato ampiamente e dettagliatamente sul tema delle risorse e sulle azioni compiute esternamente ed internamente per favorire, a cominciare dal prossimo DPCM e dal FOE, il maggiore afflusso possibile di risorse finanziarie per l'Ente.
Il CNR attraverso le riduzioni di spesa nella formazione del bilancio 2018 e nell'attesa di poter recuperare entrate per capitoli essenziali al funzionamento di un'istituzione scientifica di primaria importanza (riviste, relazioni internazionali etc.), sta muovendosi nella consapevolezza di dover soprattutto presentare al sistema istituzionale esterno la certezza e la stabilità nel tempo dei propri impegni di cofinanziamento delle stabilizzazioni.
Tale garanzia costituisce la precondizione essenziale per il soddisfacimento della richiesta di un approvvigionamento di risorse congruo per una istituzione scientifica nella quale, a differenza di altre "minori", il fenomeno del precariato ha assunto nel tempo una dimensione molto rilevante.
La finalità prioritaria cui sono chiamati ora i vertici dell'Ente, è quella della formulazione di un nuovo Piano di Fabbisogno del Personale che incorpori, appunto, le esigenze legate al processo di stabilizzazione dando continuità a quanto deliberato il 25 luglio 2017.
Il prof. Inguscio in merito agli elenchi consegnati alle OO.SS, ha precisato che essi contengono anche i nominativi dei 200 dipendenti per i quali già a dicembre è stata deliberata la relativa assunzione in ruolo al 1° dicembre 2018 ed ha sottolineato che alle modalità di presentazione dei dati non può essere in alcun modo attribuito un pregiudiziale significato circa i criteri da adottare nella gestione complessiva dell' operazione.
Le stesse OO.SS. sono chiamate ora a verificare con attenzione le informazioni loro consegnate segnalando eventuali errori e/o manchevolezze e ad elaborare le proprie proposte sui criteri in base ai quali affrontare nel tempo questo decisivo impegno. Proposte da presentare ed illustrare in una prossima riunione in modo tale da fornire le necessarie indicazioni per le scelte finali che i vertici dell'Ente dovranno compiere.
Si è aperta una discussione nella quale ciascun rappresentante ha fornito sommariamente il proprio punto di vista e le proprie richieste e proposte.
Nel suo intervento la UIL-RUA ha fatto presente quanto segue:
La UIL-RUA ritiene che l'anzianità di servizio a tempo determinato, costituisca il requisito base essenziale da utilizzare per la stabilizzazione, fermo restando la necessità di evitare, per quanto riguarda la gestione del comma 1 "misto", così come definito dalla circolare n. 3 del 2017 della Funzione Pubblica, impropri "scavalcamenti" non rispettosi delle disposizioni di cui all'art.20 del D.Lgs.75/17, che non a caso distingue i tempi determinati con 3 anni di servizio al 31.12.2017 dalle altre forme contrattuali.
Ciò non significa, nessuna pregiudiziale verso i titolari di forme "miste" di tipologie di rapporto bensì il richiamo al dettato legislativo che accoglie una posizione di gradualità e priorità che, per quanto ci riguarda, continuiamo ad esprimere con coerenza fin dal 2011.
Per il personale assunto con chiamata diretta, la UILRUA ha ribadito la propria posizione ovvero che le disposizioni vigenti rendano possibile l'adozione di modalità analoghe a quelle messe in atto per le stabilizzazioni del 2007 (verifica dell'attività svolta).
La UILRUA ha inoltre richiesto che l'applicazione del comma 8 del succitato art. 20 riguardi anche le situazioni di imminente scadenza degli assegni di ricerca, per consentire il superamento della durata massima prevista dalla normativa vigente, rendendo così praticabile la stabilizzazione senza alcuna interruzione per quanti sono titolari di assegno di ricerca con più di 6 anni.
Per quanto attiene alla gestione del comma 2, la UILRUA ha ribadito l'opportunità di organizzare le relative selezioni sulla base di verifica dei titoli e colloquio, cercando di articolare le stesse in modo tale da creare una effettiva aderenza e corrispondenza con i profili professionali del personale interessato.
Gli elaborati (elenchi cartacei) consegnati alle organizzazioni sindacali, come si può verificare nella tabella di seguito allegata, riflettono le varie tipologie e condizioni previste dalle suddette disposizioni normative, con ordinamento alfabetico dei complessivi 2.699 precari individuati all'interno di ciascuna tipologia.
In base a tale censimento la UIL RUA presenterà all'Ente la seguente proposta che deve costituire l'effettivo fabbisogno da definire nella programmazione dell'Ente.

2018 02 23 comunicato CNR All 1
A breve termine verrà convocata un'Assemblea UIL RUA per illustrare e recepire eventuali contributi l'articolazione della proposta che deve essere aggiuntiva alle assunzioni con turn over.
ULTERIORE SCORRIMENTI DI GRADUATORIE
In attuazione del Piano Triennale di Fabbisogno di personale 2017/2019 il C.d.A. del 13 febbraio u.s., ad integrazione della delibera del 19 dicembre 2017, ha deliberato le seguenti assunzioni per scorrimento di graduatorie con presa di servizio dal 1-12-2018.

2018 02 23 comunicato CNR All 2
Ammontano così complessivamente a 214 le assunzioni di idonei deliberati dal 5-12-2017.
Mentre l'Ente deve ancora effettuare la programmazione per il triennio 2018-2020, restano ancora disponibili 73 posti complessivi già autorizzati nella precedente programmazione triennale così ripartiti:

2018 02 23 comunicato CNR All 3
A tale riguardo la UIL RUA ha inviato al Presidente CNR la seguente nota:
La scrivente O.S. ha preso atto positivamente dello scorrimento di graduatorie degli idonei deliberato dal C.d.A. del 13 febbraio u.s. riguardante 2 CTER e 8 Coll. Amm.ne. Ciò comporta un'ulteriore riduzione di precari da stabilizzare e contestualmente il condivisibile recupero di "posti congelati" per la mobilità dalle Province. Analogo recupero dovrebbe realizzarsi per il taglio di 10 posti di Operatore Tecnico derivante dalla precedente riduzione del turn over.
La UIL RUA chiede pertanto di dare continuità a tali scorrimenti di graduatorie degli idonei, la cui scadenza è stata prorogata dalla legge 205/17 al 31 dicembre 2018, utilizzando sia i 73 posti residui disponibili del turn over 2018 approvato, sia quelli risultanti dalla programmazione, in via di definizione, relativa al turn over del triennio 2018-2020.
A tal fine si ribadisce la richiesta, già formulata nei precedenti incontri, di ricoprire le suddette posizioni applicando lo strumento della tenure track ai limitati casi esistenti e di inserire nei futuri scorrimenti oltre agli attuali criteri anche le graduatorie aventi in posizione utile il personale di ruolo inquadrato in un livello inferiore il cui costo, in alcuni casi pari a zero, è rappresentato dal differenziale del trattamento economico.


Americo Maresci

stampa

Torna in alto
Top of Page