06.4870125 06.87459039   nazionale@uilrua.it   Contattaci
RSU 2018 RSU 2015 RSU 2012 RSU 2007 RSU 2004 RSU 2002 ENEA RSU 2001 RSU 1998
Nov 04

MIUR sedeIn attesa di conoscere quali saranno le disposizioni definitive che la manovra economica 2020 detterà in materia di rinnovi contrattuali del pubblico impiego, nella consapevolezza che anche l'adeguamento degli stipendi del personale non contrattualizzato previsto dal DPCM pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 24 ottobre 2019 (Decreto che coinvolge anche i docenti e ricercatori universitari) peserà interamente sulle finanze dell'amministrazione di appartenenza (dal primo gennaio 2018 un aumento dello 0,11%, a cui si aggiunge dal primo gennaio 2019 un ulteriore 2,28%) riteniamo necessario sottolineare con forza la necessità che sia nuovamente attivato, a livello economico, quel meccanismo automatico (già in vigore prima del lungo blocco contrattuale subito dal pubblico impiego) per cui l'adeguamento ISTAT per il personale docente, così come gli aumenti contrattuali per il PTA, siano finanziati con un corrispondente aumento del FFO.

Ott 28

MIUR sedeLa Federazione UIL SCUOLA RUA, in relazione al decreto interministeriale n. 765 del 16/08/2019 e alla nota inviata in data 18 ottobre 2019 a firma del Capo Dipartimento per la formazione superiore e la ricerca, che ha inteso informare le università in merito al Decreto Interministeriale volto al superamento del contenzioso degli ex lettori di madre lingua straniera, esprime il proprio dissenso nel merito e nel metodo adottato.

Inammissibile che un decreto detti le regole della contrattazione integrativa all'interno degli Atenei, eludendo quanto previsto dal d.lgs. 165/2001 e dal CCNL Istruzione e ricerca del 19 aprile 2018, che definiscono con chiarezza gli ambiti e le prerogative della contrattazione integrativa.

unifirenzeCare colleghe, cari colleghi
In occasione del tavolo tecnico che si è svolto ieri 24 ottobre, avente all'o.d.g. discussione sulle misure di benessere organizzativo in vista della formulazione del Titolo V del CCI - Conciliazione e welfare, nell'esprime apprezzamento per lo spirito collaborativo e costruttivo con il quale si sono svolti i lavori del tavolo e nella forte consapevolezza che la pianificazione e attivazione di politiche di conciliazione e welfare sono misure imprescindibile alla realizzazione del benessere del personale, Vi informiamo di aver inviato all'Amministrazione una nota con le richieste rappresentate durante i lavori del tavolo.

foccilloIl Consiglio dei Ministri del 10 ottobre 2019 ha emanato il Decreto Legge relativo al "Reclutamento del personale scolastico e degli enti di ricerca e sull'abilitazione del personale docente", contenente norme relative all'avvio del concorso straordinario per il personale della scuola, alla stabilizzazione dei precari negli Enti di ricerca e all'Abilitazione del personale docente delle Università.

Il DL, nel rispetto del patto siglato con i Sindacati nelle scorse settimane, offre soluzioni ai problemi di una gran parte del precariato della scuola, consente di superare una serie di criticità nella stabilizzazione del Personale precario degli Enti di ricerca, come chiesto fortemente dalla UIL, e proroga di tre anni la validità dell'Abilitazione Scientifica Nazionale nelle Università.

UNICZImpietoso il rapporto tra il Personale Docente e T/A (0,77%), tra i peggiori in Italia.

Contratto Integrativo di Ateneo.
Presentata la nota inviata al Collegio dei Revisori dei Conti di Ateneo e alla Corte dei Conti di Catanzaro, dove si evidenziano incoerenze e illegittimità dell'ipotesi di contratto integrativo sottoscritta dalle altre OO.SS. e da una parte della RSU.

Ott 15
CUN

logo cunAdunanze del 24, 25 e 27 settembre e 8 e 9 ottobre 2019

INCONTRO DEL MINISTRO LORENZO FIORAMONTI CON IL CUN

Il 25 settembre il Ministro Fioramonti ha incontrato il CUN per un indirizzo di saluto e tratteggiare le linee strategiche del suo mandato. Fra i principali obiettivi indicati sono emersi l'impegno ad ampliare il finanziamento del sistema universitario per almeno mezzo miliardo di euro con la legge di bilancio 2020; l'imminente presentazione di un decreto legge su Scuola e Università che preveda lo svincolo dall'obbligo del ricorso al MEPA e la proroga della durata delle Abilitazioni Scientifiche Nazionali e delle procedure ex art. 24 comma 6 per il reclutamento; una riforma dell'attuale sistema di reclutamento, almeno relativamente al pre-ruolo, che preveda un 50% di reclutamenti con procedura nazionale e il restante con procedure locali; la presentazione della nuova VQR 2015-19 i cui principi generali si ispirano alla valutazione quantitativa valorizzando l'interdisciplinarità, evitando però gli attuali automatismi valutativi; la volontà di rivisitare i criteri alla base delle premialità per i dipartimenti e di estendere la valutazione alla terza missione; l'interesse per il tema della riforma dei settori scientifico-disciplinari, già in discussione presso il CUN, dell'attivazione delle proposte di nuove classi di corsi di studio approvate nei mesi precedenti dal CUN e della revisione delle classi di corsi di studio esistenti.

ue cartinaFondi Strutturali UE e Politiche di Coesione:
per "un'Europa più intelligente" la UIL suggerisce più sinergie tra le tre reti di ricerca e innovazione, più qualità della risorsa umana e più dialogo tra Alta Formazione e sistema produttivo e dei servizi

UIL logoUFFICIO UIL POLITICHE CONTRATTUALI DEL PUBBLICO IMPIEGO

La programmazione in materia di pubblico impiego nella Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanzia 2019

La nota di aggiornamento al DEF, approvata il 30 settembre dal Consiglio dei Ministri, rappresenta uno snodo importante per sondare, quanto meno sotto il profilo programmatico, le intenzioni del nuovo esecutivo in vista della prossima legge di bilancio.

Con la presente nota vogliamo fornirvi un quadro complessivo delle linee programmatiche relative al pubblico impiego e, più in generale, alle nostre PP.AA., aggiungendovi le nostre osservazioni.

Top of Page