Apr 21

cra firenzeCome annunciato in occasione del Presidio unitario del 14 aprile, si è svolta ieri la riunione con il Capo Dipartimento DIQPAI del Mipaaf Luca Bianchi, alla presenza del Commissario straordinario S.Parlato e del Dir.Gen. f.f. I.Marandola.
Le OO.SS hanno espresso tutte le questioni che continuano a preoccupare il personale:
- mancata condivisione del progetto di riforma;
- l'attuale formulazione del disposto legislativo che prevede solo tagli e razionalizzazioni in contraddizione con la dichiarata volontà di rilancio dell'Ente;
- garanzia per centralità della ricerca e della sua autonomia;
- garanzie per la salvaguardia delle professionalità esistenti e per il personale precario;

Apr 14

cra firenzeIl Presidio indetto da FLC CGIL FIR CISL UIL RUA ha visto una forte partecipazione del Personale delle Strutture Romane ed una grande adesione da parte delle strutture sul territorio nazionale.
Una delegazione delle tre sigle sindacali è stata ricevuta dal Commissario Straordinario Dott. Salvatore Parlato.

Feb 04

cra firenzeCon la legge finanziaria l'INEA è stato incorporato nel CRA, al fine di dare vita ad un nuovo ente (CRA-EA?) che consentisse un rilancio delle attività di ricerca per il comparto agricolo.
Avevamo suggerito una riflessione preliminare più approfondita, che presupponesse un progetto strategico meglio definito, al fine di evitare ciò che purtroppo stiamo registrando.
La norma affidava ad un commissario e a due sub-commissari, da individuare tra personalità esperte e titolate, il compito – a nostro avviso ambizioso - di elaborare un nuovo assetto che riducesse le strutture del 50% ed producesse un risparmio del 10% sulle spese generali.

Gen 29

cra firenzeEgregio Commissario, Gentili dottoresse,
scusandoci per l'incertezza nell'attribuzione di incarichi e individuazione dei "brand" chiediamo informazioni ulteriori circa quanto comunicato in data 27 gennaio dal referente individuato per ex INEA, d.ssa Proietti, che riportiamo in nota [1].

Gen 09

cra firenzeEgregio Commissario,
nel porgerle i nostri migliori auguri per il prestigioso incarico appena ricevuto, le chiediamo di programmare al più presto un incontro con le OO.SS., finalizzato ad avviare positivamente il confronto sulle molte criticità del nuovo ente nato dalla fusione di CRA e INEA.

In particolare vorremmo poter apportare eventuali correttivi alle determinazioni assunte dal CdA con forse eccessiva fretta in merito alle assunzioni effettuate dall'ex CRA in data 29 dicembre u.s., in particolare per la parte relativa alla destinazione dei nuovi assunti, e vorremmo poterne discutere tempestivamente prima che essi prendano servizio in sedi scelte con criteri che per la terza volta sono differenti pur insistendo sulle stesse graduatorie e che non salvaguardano né le professionalità acquisite nel tempo dal personale precario né l'attività delle strutture interessate.

Dic 04

cra firenzeIl 4 dicembre 2014 le OO.SS hanno incontrato i rappresentanti del MiPAAF per discutere delle implicazioni del prossimo accorpamento INEA-CRA. Per il MiPAAF erano presenti: Giuseppe Castiglione, Sottosegretario con delega alla ricerca, Ferdinando Ferrara, Capo di gabinetto, Angelo Zucchi, Capo segreteria del Ministro, Luca Bianchi, Capo del Dipartimento delle Politiche competitive, della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca, Giuseppe Blasi, Capo del Dipartimento delle Politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale, Giuseppe Cacopardi, Direttore Generale dello sviluppo rurale.
Le rappresentanze del MIPAAF hanno tenuto a sottolineare che, anche a seguito di quanto rappresentato dalle OO.SS. al tavolo tecnico del 5 novembre u.s. (dove si è discusso principalmente della questione articolo 32 della legge di stabilità 2015 e della situazione del precariato INEA in scadenza a dicembre 2014), il MiPAAF è intervenuto a favore di quanto era stato proposto dalle stesse.
Infatti, all'interno del nuovo testo della legge di stabilità 2015 in discussione al Senato, Art.2 cc. 127, 128 e 129, si precisa che il nuovo Ente sarà denominato Consiglio (e non più Agenzia) ed afferirà al comparto della ricerca. La riduzione delle "spese di personale" del 10% è stata tramutata in riduzione delle "spese correnti".

Nov 27

ineaStamattina a seguito del presidio organizzato da FLC-CGIL e UIL-RUA, una delegazione sindacale è stata ricevuta dal Dott. Bianchi, Capo del Dipartimento delle Politiche competitive, della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca, e dalla dott.ssa Antonini, Direttore generale degli affari generali, delle risorse umane e per i rapporti con le regioni e gli enti territoriali. Ci è stato comunicato che è in corso un'attività congiunta tra Mipaaf e vertici dell'INEA per verificare la copertura dei contratti dei precari sui progetti la cui attività prosegue nel 2015. A seguito di tali analisi finanziarie e procedurali che l'INEA produrrà in questi giorni, il Ministero ha attivato i propri uffici per rispondere prontamente alle esigenze di proroga e/o rifinanziamento. In particolare, è in corso un confronto sulla Rete Rurale Nazionale che riguarda i fondi che l'INEA non ha ancora impegnato e speso per il periodo di programmazione comunitaria 2007-2013 e i fondi del cosiddetto contratto-ponte sulla prossima programmazione. Il Ministero ha dichiarato che, dal confronto avuto ieri con il Commissario, è emersa la sostanziale possibilità di rinnovare tutto il personale a tempo determinato e che quindi la verifica dei progetti è funzionale alla emanazione dei bandi per i co.co.co. I sindacati hanno chiesto al Mipaaf di inviare comunicazioni formali ai vertici dell'Istituto che anticipino l'intenzione di affidare all'INEA il contratto-ponte, anche prima che ne siano definiti tutti i dettagli, e una nota circa l'intenzione di confermare all'Istituto i 10 milioni di finanziamento straordinario per il triennio 2015-2017.

Nov 18

ineaStimato Presidente,
Le scriviamo in merito alla "incorporazione" dell'Istituto Nazionale di Economia Agraria (INEA) nel Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura (CRA) prevista all'articolo 32 comma 1 della Legge di stabilità 2015 per la creazione dell'Agenzia unica per la ricerca, la sperimentazione in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria. Chiediamo la Sua attenzione e un Suo intervento, non tanto per evitare tale accorpamento, che comunque comporterà la chiusura di un ente di ricerca fondato nel 1928 e presieduto da personalità di prestigio come Manlio Rossi Doria e Giuseppe Medici, ma soprattutto per cambiare corso ad una lunga serie di interventi politici e di scelte istituzionali, che hanno fortemente ferito la dignità e la natura dell'ente e della ricerca economico-agraria, di cui l'articolo di legge suddetto è solo l'ultimo atto.

Top of Page