torvergataCome oramai noto a tutti, in questo Ateneo sono stati erogati compensi al personale per attività aggiuntiva, in assoluta assenza di accordi.
Nell'ultima seduta di contrattazione integrativa il delegato del Rettore Prof. Decastri ci ha comunicato che si sta predisponendo un nuovo regolamento c/terzi che verrà al più presto proposto ai sindacati; pur apprezzando da parte dell'Amministrazione un atteggiamento diverso rispetto al passato, la UIL RUA ha ribadito anche nell'ultima riunione di voler condividere e regolamentare non solo il c/terzi ma tutte quelle risorse aggiuntive che vengono erogate a qualsiasi titolo al personale.

torvergataSi continua con le solite famigerate politiche a danno dei più deboli e si annunciano tagli ai servizi sanitari forniti dalla Cooperativa appaltatrice, con evidenti ripercussioni sulla situazione occupazionale degli operatori socio sanitari (si parla addirittura di dare il benservito a 70 lavoratori, con salari al livello di sussistenza e, quindi, a 70 famiglie), sulla qualità dell'assistenza prestata al malato e, quindi, sulla tutela del diritto fondamentale alla salute.

Dal mese di giugno 2012 il Rettore, Prof. Renato Lauro, con un provvedimento unilaterale ha sottratto al personale il 15% della retribuzione su uno stipendio medio di € 1.200.

I lavoratori dell'Università di Tor Vergata in questi anni hanno garantito il funzionamento delle attività e dei servizi dell'Ateneo prolungando il proprio lavoro nelle ore pomeridiane.

...NON CI RESTA CHE PIANGERE... http://www.youtube.com/watch?v=oODisCdWnf8

Resoconto degli ultimi due anni di contrattazione decentrata all'Università Tor Vergata:

Ancora una volta questa Azienda non si smentisce.

Mai una deroga al suo comportamento arrogante nei confronti dei lavoratori.

La UIL RUA comunica che il giorno 6 giugno 2012 presso il Rettorato alla sede sindacale stanza n. 836 del piano seminterrato edificio "Romanina", alle ore 11,00 terrà una assemblea per promuovere un ricorso legale collettivo per il mancato aumento della progressione economica di tutti coloro che nel 2010 sono risultati vincitori della procedura selettiva per le progressioni economiche.

Nella seduta straordinaria del Senato Accademico del 29 novembre u.s. è stato approvato il nuovo Statuto ed il Regolamento per la transizione al nuovo ordinamento.

Come è noto la UIL ha sempre denunciato in tutte le sedi la totale contrarietà alla riforma Gelmini (vedi comunicati nazionali) ma all'Università Tor Vergata c'è stato qualche motivo in più che ha convinto il sottoscritto, in qualità di rappresentante del personale, a votare contro il nuovo statuto ed il nuovo regolamento. Infatti, all'articolo 5 comma 6 e 7 del "Regolamento per la transizione al nuovo ordinamento" si prevede che:

Dopo aver centrato il primo obiettivo (riduzione dei buoni pasto), l'Azienda starebbe procedendo a vele spiegate verso il conseguimento del secondo imprescindibile obiettivo: la stabilizzazione di ulteriori 3 Dirigenti Amministrativi, oltre i 4 già assunti.

Mentre decine e decine di dipendenti lavorano con contratti precari a mille euro al mese, in una struttura in cui si sospendono le attività assistenziali per carenza di personale infermieristico, in assoluta assenza di dirigenti di ruolo delle professioni sanitarie, ancora una volta la priorità aziendale sarebbe diretta verso pochi fortunati.

Top of Page