06.487012506.87459039  nazionale@uilrua.it   Contattaci

Università di Firenze: Comunicato al personale

simboli-comparti universitaSi è tenuta giovedì 17 giugno la riunione di contrattazione decentrata con l'Amministrazione dell'Università di Firenze.
In premessa sono state fatte alcune comunicazioni relative ai fondi benefit: allo stato attuale le domande superano per oltre 30.000€ la somma disponibile pari a circa 310.000€. L'Amministrazione sta procedendo alla rideterminazione degli importi da liquidare sulla base della dichiarazione ISEE come da Regolamento .

Al 1° punto all'odg : "Sottoscrizione Ipotesi di accordo per la determinazione delle risorse da destinare alle PEO – Anno 2019"
Con il nuovo CCNL (2016-2018) il Fondo risorse decentrate va riconsiderato nella sua globalità. Nelle more di un nuovo accordo (punto 4 odg) e per permettere l'avvio delle procedure, sono stati proposti alcuni accordi stralcio che dovranno poi rientrare nell'accordo complessivo. La discussione, già avviata in parte sui tavoli tecnici ed incontri precedenti, ha portato alla determinazione delle ipotesi di accordo.
Il Fondo risorse decentrate, certificato dai Revisori dei Conti nella seduta del 12 aprile 2019, al netto delle somme non disponibili alla contrattazione, nel suo ammontare complessivo per le Categorie B C D è pari a € 2.997.14. In questa somma è ricompresa l'IMA (€ 140,00 mensili per complessivi € 2.150.000) e tutte le altre indennità contrattate.
E' stato quindi sottoscritto l'accordo per le PEO 2019 con le cifre che il CCNL destina a questo istituto: per le categorie B C D la somma è pari a € 332.982 (lordo dipendente), per la categoria EP è pari a di € 67.820 (lordo dipendente). Questi importi gravano sulle risorse dei relativi Fondi disponibili parte fissa.
La data individuata per la prova PEO è Martedì 8 Ottobre.
Punto 2 dell'odg: "determinazione risorse da destinare alle indennità di responsabilità ex art. 91 – ANNO 2019". L'ipotesi di accordo è stata sottoscritta dalla UIL Giovedì 20 Giugno, per un importo pari a € 46.000 per il 2019, in considerazione che gli incarichi partirebbero dal 1° Luglio. Al tempo stesso, l'Amministrazione ha chiesto un impegno per gli anni 2020 e 2021 per attestare a € 100.000 l'ammontare per le Indennità di responsabilità.
Dopo ampia discussione, avendo ottenuto dall'Amministrazione l'impegno di distribuire gli incarichi secondo i principi di imparzialità, trasparenza e rotazione, abbiamo convenuto di sottoscrivere tale impegno con una nota congiunta a verbale. Questo permette all'Amministrazione di programmare l'attribuzione delle indennità di responsabilità anno per anno e, in ogni caso, l'accordo sarà sempre sottoposto alla trattativa per ciascun anno. Tale indennità, a valere sul Fondo è un modo per valorizzare le attività che comportano responsabilità e al tempo stesso impegna l'Amministrazione a rispondere sulla efficacia dell'azione amministrativa. La UIL, responsabilmente verso coloro che hanno sostenuto l'impegno di incarichi aggiuntivi, ha ritenuto di sottoscrivere l'accordo proposto, confidando in una attenta gestione dell'Amministrazione, che va a premiare una ristretto numero di dipendenti a cui è riconosciuto maggiore impegno e responsabilità con le indennità correlate.
Punto 3 dell'odg: formulazione del Titolo VI del CCI. Parallelamente è stato istituito il tavolo per la revisione del cci parte giuridica. Nel corso della seduta è stato discusso l'istituto della reperibilità. In tale contesto sono previste le norme per l'attivazione delle posizioni di reperibilità, mentre la parte economica sarà disciplinata anno per anno sulle risorse disponibili del Fondo, per cui l'attribuzione della relativa indennità sarà sottoposta alla verifica della capienza del Fondo. Il cci prevede esclusivamente la modalità di svolgimento dell'incarico e la relativa quota.
Punto 4 dell'odg: discussione sull'Ipotesi accordo economico 2019 e 2020. Il Fondo, nelle sue molteplici voci, si suddivide tra altre indennità, es. centralinisti non vedenti, indennità di reperibilità, indennità per gli autisti oltre al pagamento delle Performance. Entrano quindi in discussione anche le risorse variabili. Avere risorse variabili cospicue permetterà quindi di raggiungere gli obiettivi che l'Amministrazione si prefigge. Con la sottoscrizione dei 2 accordi stralcio parte ora la fase di discussione su temi che più volte l'Amministrazione si era mostrata disponibile a trattare e che per la UIL rappresentano punti di forza della contrattazione: 1) cercare di aumentare per i prossimi anni il Fondo Parte variabile, che i revisori hanno certificato per l'anno 2019 in 465.829€ (Cat B C D) con risorse che dovranno essere reperite anche tramite il conto terzi; 2) istituzione del 3° buono pasto che ha anche come obiettivo una migliore distribuzione dell'orario di lavoro.
La sottoscrizione degli accordi citati è la dimostrazione dell'impegno che le OOSS hanno manifestato nei confronti dei lavoratori e dell'Amministrazione a proseguire un percorso di confronto e condivisione per il raggiungimento di precisi obiettivi. Ci aspettiamo ora, con la definizione complessiva del Fondo, una risposta da parte dell'Amministrazione alle richieste avanzate dalle OOSS.
La discussione riprenderà giovedì 11 Luglio con il completamento dei punti 3 e 4.

 

Federazione UIL SCUOLA RUA
"Ricerca Università Afam"
Segreteria Regionale Toscana
Mario Finoia

stampa

Torna in alto
Top of Page